Aggiornato il 4 Febbraio 2021

come scegliere le ciaspole da neve

Le ciaspole da neve, dette anche racchette da neve, sono uno strumento che ti permette di camminare sulla neve fresca. Infatti, una volta attaccati sotto gli scarponi da montagna, hanno una duplice funzione: 

  • da un lato permettono di galleggiare sulla neve fresca evitando di sprofondarci dentro, 
  • dall’altro grazie ai ramponcini metallici di cui sono forniti, permettono di non scivolare sulla neve quando questa è dura.

Per questi motivi le ciaspole da neve sono assolutamente indispensabili per le proprie escursioni invernali sulla neve fresca. Ma come scegliere quelle giuste per te? Continua a leggere per trovare la risposta!

Quali racchette da neve comprare?

Esistono diverse forme e variazioni delle ciaspole da neve e a seconda dell’utilizzo che vuoi farne, c’è la racchetta giusta per te. Insieme analizzeremo i principali elementi fondamentali che possono influenzare la tua scelta.

La forma delle ciaspole da neve

come scegliere le racchette da neve

Sulla base della forma si distinguono in:

  • corte e larghe: indicate per i gli ambienti alpini più ardui e pendenti, in quanto più facili da maneggiare,
  • lunghe e strette: indicate per traversate in piano e camminate nei boschi, quindi in ambienti più semplici e privi di vere pendenze.

In più le forme ovali, tipiche delle ciaspole lunghe, offrono una migliore capacità portante grazie alla loro maggiore superficie. Le forme coniche strette delle racchette corte hanno meno portanza, ma permettono una maggiore velocità.

Anche la corporatura della persona è importante tenere in considerazione quando si sceglie la forma della racchetta da neve: larga e lunga è meglio per adulti di statura superiore al metro e ottanta e peso di 80 kg o più. Una racchetta più corta e stretta, più gestibile e meno stancante, è indicata per le persone più leggere.

I ramponi

Una parte fondamentale delle ciaspole da neve sono i ramponi, ovvero gli artigli di metallo al di sotto di esse. Come anticipato prima, questi sono essenziali per non scivolare sulla neve dura. 

Prima di acquistarle occorre assicurarsi che dispongano almeno degli artigli frontali e di qualche ramponcino distribuito sotto tutta la superficie della racchetta. 

Tuttavia se cercate la massima performance e presa, esistono i modelli di ciaspole forniti anche di lame.

Pertanto avere solo ramponi sotto gli attacchi è sufficiente per percorrere sentieri battuti. Ma se volete intraprendere pendii più ripidi e forse più ghiacciati, avrete bisogno di tutta la trazione possibile.

L’alzatacco

Su alcune racchette da neve è presente l’alzatacco, ovvero un gancio che si trova sotto il tallone del piede. Questo permette di sollevare di una decina di gradi il piede per tenerlo in piano, così da ridurre l’affaticamento muscolare del polpaccio e delle caviglie.

Si tratta di un dettaglio importante per coloro i quali sono alla ricerca di ciaspolate più ardue e di lunga distanza.

Le fascette di fissaggio del piede sulle racchette da neve

Siccome le escursioni in montagna possono durare diverse ore, è importante che le racchette da neve siano ben attaccate alle caviglie. Esistono due modelli di attacchi per le racchette da neve con cinturino e con o senza bloccaggio del piede.

Le chiusure fisse che bloccano il piede lo attaccano alla racchetta mantenendolo in linea con la scarpa. In questo modo si ha un maggiore controllo sui movimenti del piede e maggiore comfort. Inoltre, facilita la navigazione tra ostacoli e oggetti. Lo svantaggio è che questi tipi sono più difficili da usare e decisamente più faticosi quando si cammina.

Le chiusure flessibili lasciano la caviglia libera di sollevarsi dalla racchetta. Questo offre una maggiore libertà di movimento e facilità di camminare. Lo svantaggio è che risulta più difficile superare gli ostacoli.

Dopo avervi spiegato le parti fondamentali da tenere in considerazione durante l’acquisto delle ciaspole da neve, vi consigliamo di portare con voi anche dei bastoncini, indispensabili se intendete camminare fuori pista. Questi aiutano a mantenere l’equilibrio e facilitano le camminate.

Le ciaspole che vi consigliamo noi

morpho trimove light ciaspole da neve

Se state cercando le racchette da neve per la vostra prima ciaspolata, MORPHO Trimove Light è il migliore modello economico in circolazione.
È caratterizzato da un fissaggio a fibbia, quindi mantiene il piede ben rigido e fermo, aumentando il comfort di utilizzo.
Ideale per i terreni piatti, ma si adatta anche alle salite.

tsl 305 grip racchette da neve

TSL Grip 305 è il modello adatto per gli appassionati. Ha un attacco dotato di regolazioni rapide con tenuta del piede eccellente. Chiusura frontale tramite cinghia e comoda regolazione laterale grazie alla tecnologia lateral adjust. Inoltre è costruita con rampone frontale, barre di presa, grip fissi e 6 ramponcini intercambiabili. Infine è dotata di ammortizzatori d’urto.

MORPHO Trimalp Light

Un’altro modello per chi ama ciaspolare è MORPHO Trimalp Light. Sono delle racchette molto leggere e adatte a ogni terreno, anche alle salite. Hanno un tipo di fissaggio fisso a fibbia che mantiene il piede fermo, aumentando il comfort.

Alpidex è un modello top di gamma delle racchette da neve

Alpidex è un modello top di gamma, per chi ricerca l’eccellenza. È dotato di alzatacco per facilitare l’arrampicata su pendenze, con chiusura a scatto per una facile calzata delle racchette da neve. È caratterizzato da un supporto stabile grazie a binari longitudinali continui. Il davanti è dentellate per una maggiore presa.
Inoltre con questo modello è possibile acquistare anche i bastoni coordinati.

Scopri i nostri sentieri per trovare luoghi in cui andare a ciaspolare!

il lago e la diga di agaro

 10km

 150m

 1610m

Sentiero per il Lago di Agaro in Alpe Devero

Il bellissimo Lago di Agaro si trova in Alpe Devero, nel grande parco naturale, al culmine della Valle Antigorio ed è raggiungibile da Baceno. Si tratta di un lago artificiale...

Gite fuori porta in Piemonte ai Laghi Alpini

Con lo sbocciare dei fiori, il tingersi di verde delle foglie e l’arrivo del sole a riscaldarci il viso, la voglia di andare in montagna è tanta. Quale posto migliore...

cima laterale del monte valsuso

 8km

 720m

 2712m

Il Monte Ventasuso dal Colle della Maddalena

L’escursione con ciaspole al Monte Ventasuso è impegnativa, ma offre spettacoli mozzafiato ad ogni passo.Partirete da una quota di 1977 m, altitudine del Colle della Maddalena, per raggiungere i 2712...

Monte belgier da grand puy a pragelato

 9 km

 672 m

 2522 m

Monte Blegier da Grand Puy a Pragelato

Il Monte Blegier (2583m) è una cima sullo spartiacque tra Val Chisone e Val Susa con maestoso panorama sulle due valli. Vi siete mai chiesti cosa fare a Pragelato con...

trekking zona arancione rafforzata
Trekking in zona arancione rafforzata

Il Piemonte passa a un nuovo colore e nuove restrizioni arrivano, ma si può fare trekking in zona arancione rafforzata?La zona arancione rafforzato non è definita in modo specifico e...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *