trekking zona arancione rafforzata

Il Piemonte passa a un nuovo colore e nuove restrizioni arrivano, ma si può fare trekking in zona arancione rafforzata?
La zona arancione rafforzato non è definita in modo specifico e uguale per tutti, alcune regioni hanno preso misure che il Piemonte non ha adottato. Tuttavia se nella zona arancione era incerta la possibilità di recarsi in montagna per fare escursioni, nella zona arancione rafforza il divieto è quasi certo. Analizziamo meglio insieme cosa si può fare.

Si può andare in montagna in zona arancione rafforzata?

Secondo le regole imposte dal nuovo passaggio del Piemonte in zona arancione rafforzata, non è possibile uscire dal proprio comune per fare trekking in montagna.

Restano i divieti del Dpcm per le zone arancioni. È consentito spostarsi all’interno del proprio comune tra le 5 e le 22 e verso altri comuni solo per necessità, salute, urgenza e lavoro. 

Quello che sottolinea l’impossibilità di muoversi al di fuori del comune per fare trekking in zona arancione rafforzata è la seguente restrizione.
«A far data dal 9 marzo 2021, non è consentito l’utilizzo delle aree attrezzate per gioco e sport in aree pubbliche e all’interno di parchi, ville e giardini pubblici, fatta salva la possibilità di fruizione da parte di soggetti con disabilità» (fonte LaStampa).

È consentito svolgere individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione. Sempre nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona e con obbligo di utilizzo di dispositivi di protezione delle vie respiratorie. 

Se in zona gialla era consentito praticare trekking fuori dal comune ma in territorio regionale, in area rossa si deve restare nel proprio comune e in quella arancione scuro sembra lo stesso. Questa nuova restrizione ci indica di prestare maggiore attenzione e che le forze dell’ordine eseguiranno controlli più severi. 

Ricapitoliamo insieme: non è possibile spostarsi tra comuni diversi. Salvo la deroga per i piccoli Comuni (entro i 5mila abitanti), che permette di spostarsi entro un raggio di 30 km, evitando il capoluogo di Provincia.

Per le nostre future escursioni nella natura dovremo aspettare di ritornare in zona gialla. Ora possiamo solo pianificare i luoghi in cui andremo appena possibile. Se ricercate idee potete trovarle nelle nostre escursioni!

il lago e la diga di agaro

 10km

 150m

 1610m

Sentiero per il Lago di Agaro in Alpe Devero

Il bellissimo Lago di Agaro si trova in Alpe Devero, nel grande parco naturale, al culmine della Valle Antigorio ed è raggiungibile da Baceno. Si tratta di un lago artificiale...

Gite fuori porta in Piemonte ai Laghi Alpini

Con lo sbocciare dei fiori, il tingersi di verde delle foglie e l’arrivo del sole a riscaldarci il viso, la voglia di andare in montagna è tanta. Quale posto migliore...

cima laterale del monte valsuso

 8km

 720m

 2712m

Il Monte Ventasuso dal Colle della Maddalena

L’escursione con ciaspole al Monte Ventasuso è impegnativa, ma offre spettacoli mozzafiato ad ogni passo.Partirete da una quota di 1977 m, altitudine del Colle della Maddalena, per raggiungere i 2712...

Monte belgier da grand puy a pragelato

 9 km

 672 m

 2522 m

Monte Blegier da Grand Puy a Pragelato

Il Monte Blegier (2583m) è una cima sullo spartiacque tra Val Chisone e Val Susa con maestoso panorama sulle due valli. Vi siete mai chiesti cosa fare a Pragelato con...

base del monte nebin escursione

 9.5 km

 685 m

 2513 m

Escursione al Monte Nebin di Sampeyre

L’escursione al Monte Nebin (2.513m) ti porterà nelle Alpi Cozie, sullo spartiacque tra la Val Varaita e la Val Maira, in provincia di Cuneo. Escursione al Monte Nebin in breve...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *